Ritratto di Pietro Gori

Pinacoteca Civica Foresiana

Ritratto di Pietro Gori

Ritratto di Pietro Gori di Plinio Nomellini. Pinacoteca Civica Foresiana. ©R.Ridi

Si tratta certamente di un unicum nella produzione di Plinio Nomellini. L'impianto del ritratto è, infatti, di tipo accademico, come tradizionale è la caratterizzazione psicologica e fisionomica del personaggio ritratto. Si può supporre che l'artista lo abbia realizzato alla fine dell'Ottocento, quando ancora gli insegnamenti accademici imbrigliavano l'estrema libertà di sintesi formale che caratterizzerà la produzione successiva; l'unica anticipazione delle scelte più tarde è costituita dallo sfondo del quadro, costruito sulle tonalità del verde, del giallo e del rosa, che precorre, anche nella pennellata franta, le soluzioni divisioniste del Nomellini più tardo. Il dipinto proviene dalla Collezione di Bice Gori.