MUM – Museo mineralogico Luigi Celleri


Musei

MUM - Museo mineralogico Luigi Celleri

Orari

- Dal 1 marzo al 15 aprile: 15.00-19.00 (chiuso il lunedì)
- Dal 16 aprile al 31 maggio: 11.30-13.30 / 14.30 – 18.30 (chiuso il lunedì)
- Dal 1 giugno al 15 settembre: 10.30 – 13.30 / 15.30 – 18.30 / 20.30 – 22.30 (aperto tutti i giorni)

Dove

Via Cavour 73, San Piero in Campo, Comune di Campo nell’Elba (LI)

Contatti

tel. 393 804 0990

info@museomum.it

www.museomum.it

“Insula inexhaustis chalibum generosa metallis”, così definiva Virgilio nella sua Eneide (cap. X, v. 170) l’isola d’Elba e i suoi leggendari giacimenti metalliferi, tanto ricchi da essere creduti non consumabili. Un’abbondanza mineraria sfruttata e conosciuta da tutte le antiche civiltà, dai greci, agli etruschi ai romani, e in questo luogo ammirabile in tutta la sua incredibile varietà. Il museo Mum è un’esperienza autentica, in cui potete conoscere l’infinita generosità della terra, ma anche un punto di partenza per straordinari trekking e avventure che vi condurranno sulle Vie del Granito e in antichi sentieri alla scoperta di un’isola autentica e nascosta.

La collezione

Il Museo mineralogico e gemmologico è intitolato a Luigi Celleri (1828-1900), cittadino di San Piero, scopritore di moltissimi tra i più famosi campioni mineralogici elbani, oggi conservati in musei e raccolte private di tutto il mondo. 

Celleri si dedicò alla ricerca mineralogica sia in collaborazione con Raffaello Foresi, sia successivamente per conto di Giorgio Roster e Bista Toscanelli, che avevano acquistato numerosi diritti di escavazione nei filoni pegmatitici dell’Elba occidentale. Successivamente si occupò di ricerche mineralogiche per conto di Pilade Del Buono, per l’istituzione del Museo mineralogico nella Galleria Demidoff presso la Villa napoleonica di San Martino (Portoferraio). Grazie anche a queste ricerche all’epoca avvennero importanti ritrovamenti mineralogici, come i quarzi gommoidi (in località Palombaia) ed esemplari di wollastonite (in località Cavoli).

I minerali

La parte espositiva è organizzata su due piani: al piano primo la galleria del granito è un autentico viaggio antropologico e al tempo stesso un omaggio alla storia secolare dell’estrazione del granito elbano; al piano secondo si trova la galleria dei minerali . All’interno del museo sono presenti minerali storici che provengono dal territorio di Campo nell’Elba, minerali di ferro messi a disposizione dal Parco Minerario di Rio e rocce da cui si estraggono i principali minerali dell’Isola d’Elba.
Uno spazio espositivo è inoltre dedicato alle gemme, messe a disposizione da numerosi donatori privati, fra le quali molte provengono dalla collezione del prof. Federico Pezzotta, curatore del Museo Mineralogico di Milano. Altri campioni importanti derivano dalle collezioni private di Christian Bauer, degli eredi di Mario Navone e dell’ingegner Pini.

La sede

sede MUM

sede-pinacoteca-foresiana “Insula inexhaustis chalibum generosa metallis”, così definiva Virgilio nella sua Eneide (cap. X, v. 170) l’... Info

Da non perdere

Info

Biglietti

Intero 4,50 €
Ridotto 2,50 €

Servizi

Il museo MUM offre una vasta offerta di attività: fra queste laboratori di geologia e mineralogia, laboratori di botanica, orienteering, escursioni, safari e varie tipologie di trekking.
È disponibile una ricca biblioteca liberamente consultabile dagli utenti e un archivio al quale è possibile accedere per motivi di studio.
È presente internet WIFI.

Accessibilità

Il Museo è dotato di montascale. Non sono previsti supporti per persone cieche e sorde. Non sono presenti audioguide, ma sono previste visite guidate. Il Museo presenta numerosi elementi tattili per la didattica a bambini e persone cieche, che possono anche usufruire dei multimediali esplicativi. I pannelli sono posti a diverse altezze, per diversamente abili e bambini.

Come arrivare

Il Museo MUM è facilmente raggiungibile, si trova all'interno del paese di San Piero in Campo. Nelle vicinanze si trovano diversi parcheggi

Per saperne di più

Bibliografia

  • D. Andreani, Note di Mineralogia Elbana. Zona centrale e occidentale,  Il Popolano, XIII, 19 ott. 1935. 
  • C. Cipriani e L.Poggi, Le Collezioni del Museo di Mineralogia di Firenze: la formazione della collezione elbana, in Museologia Scientifica, 1995. 
  • P. Orlandi e F. Pezzotta, Minerali dell’Isola d’Elba. I minerali dei giacimenti metalliferi dell’Elba orientale e delle pegmatiti del Monte Capanne, Ed. Novecento Grafico, Bergamo,  1996 
  • N. Anselmi, Mostri di pietra e leggende dell’Isola d’Elba, Renografica, Bologna, 2006
  • A. Gennazzani, Alla scoperta dei minerali dell’Isola d’Elba. Itinerari e note per la ricerca sulle pegmatiti del Monte Capanne, Pacini Editore, Pisa, 2005
  • G. Bettini, L’ Elba e suoi minerali. Guida alla ricerca, Pacini Editore, Pisa, 1996
  • G. Maggioni, M. Giarduz, Elbani. Fotografie e notizie di minerali delle pegmatiti del Monte Capanne, Isola d’Elba, Areagrafica, Udine